Quante volte capita di mangiare senza motivo, senza capirne il perchè, alla ricerca di qualcosa che soddisfi, che riempia una sorta di vuoto interiore…si cerca…si cerca…poi magari si mangia si mangia…e  non ci si rende nemmeno conto…non si ha voglia di sentire cosa succede quando si fa…. troppo impegnati a coprire ci si riempie e basta, quasi a tapparsi la bocca, a non far uscire nulla…chiudiamo in fretta perchè il rischio che venga fuori qualcosa che fa male, che fa paura e o che non si vuole vedere…Non far trapelare quello che realmente dovrebbe venir fuori…appena sta cercando di uscire…ecco che viene ricacciato dentro con un pezzo di cioccolata, un panino, un dolce o un latte caldo…. O anche quando ci si trova ad una gran tavolata, e improvvisamente un istinto ci porta a mangiare e riempirci anche se non abbiamo fame, a mangiare sempre di più quasi dovessimo fare una scorta perchè adesso c’è in abbondanza e poi potrebbe non essercene più…
Da dove nasce questa spinta? Questa forza quasi incontrollabile che ci spinge, più forte di noi, anche se siamo sazi continuiamo…e diciamo di essere golosi…golosi di cosa? Avari di avere ancora qualcosa anche se siamo già saturi? Cosa vogliamo ancora realmente che sostituiamo con il cibo? In questo bellissimo brano di Osho in poche parole e un aneddoto viene semplice spiegata la nostra fame… di amore, avvolte non riconosciuta, avvolta “disconosciuta”…

http://oshotimes.blog.osho.com/2012/11/eating-love/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.