La Torta di Mele Alsaziana
, , , ,

La Torta di Mele Alsaziana

Mele...leggera crema pasticcera…fantastica brisèe dolce…il risultato è una torta delicata quanto buona…Che piacere per ogni cellula del corpo…perchè integrale, con tutte le fibre delle mele che aiutano il normale funzionamento dell’intestino, delicatamente dolce… Ottima a colazione, perfetta per la merenda dei bambini: si può preparare come unica torta oppure come tante crostatine monoporzione…Libero spazio alla fantasia! La trovo fantastica dalla colazione alla merenda!
torta_alsazianaIngredienti
300 g di farina semintegrale
80 g d zucchero integrale
80 ml di olio di di riso o mais
60 ml di vino bianco
50 ml di acqua fredda
1 cucchiaio di succo di limone
un pizzico di sale
4 mele
Per la crema
300 ml di latte di avena
2-3 cucchiai di succo di agave
1 cucchiaio abbondante di amido di mais
la buccia grattugiata di 1/2 limone
1 pizzico di vaniglia
Procedimento
In una terrina versare la farina, lo zucchero e il sale; in un contenitore mescolare l’olio, il vino, l’acqua e il limone.
Aggiungere i liquidi alla terrina contenente le polveri e mescolare rapidamente per ottenere un composto liscio e omogeneo da mettere in frigorifero per 1 ora circa.
Preparare la crema versando l’amido in un pentolino, la vaniglia, le bucce di limone: aggiungere lentamente il latte mescolando con una frusta e portare ad ebollizione su fuoco medio sempre mescolando in modo che si addensi.
Stendere la pasta per ottenere una crostata o delle piccole crostatine: foderare una teglia, versare la crema sul fondo e disporre le mele tagliate a fettine sottili e poi infornare in forno caldo a 180°C per 30 minuti circa (per delle crostatine più piccole e quindi più basse 25 minuti sono più che sufficenti.). Servire fredda o tiepida.

Ti ricordo che se vuoi rimanere sempre aggiornato su ricette, news e info puoi seguirmi anche su Facebook cliccando mi piace sulla pagina di Cucina Naturale Vegan di ZenKitchen. Stay tuned!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *