Tarte Tatin aux tomates cerise

Forse  un nome che suona un pò sofisticato, in realtà nasconde un torta agrodolce che mi da un senso di leggerezza, salata di base ma con la dolcezza dei pomodorini caramellati e dello scalogno (o piccole cipolle di tropea dolci), insieme ai profumi degli aromi di Provenza (rosmarino, origano, timo…) e il colore rosso brillante che scalda e fa gioire!!! :)
tarte_tatin_tomates
Ingredienti
200 g di farina semi-integrale
4 cucchiai di olio evo
4 cucchiai di marsala (in mancanza altro vino liquoroso)
un pizzico di sale
1/2 kg di pomodorini pachino
2-3 cucchiai di zucchero di canna
1 scalogno fresco ( o mezza cipolla di tropea)
origano, maggiorana, rosmarino, pepe nero
pizzico di noce moscata
olio evo
Procedimento
Preparare l’impasto per la tarte in un contenitore in cui versare la farina, aggiungere un pizzico di sale, l’olio e il marsala e cominciare ad amalgamare tutti gli ingredienti: se necessario aggiungere un pò di acqua. Appena ottenuto un impasto ben lavorato e non colloso lasciarlo a riposare in frigo per 30 minuti circa.
Intanto lavare i pomodorini, pulirli e su una teglia da forno (possibilmente la stessa in cui si cuocerà poi la tarte tatin) versare un paio di cucchiai di olio,  cospargere con lo zucchero, un pizzico di noce moscata, disporre uno accanto all’altro i pomodorini (se sono molto piccoli interi, se invece sono grandicelli dividerli a metà!), le erbette aromatiche, un pizzico di sale e mettere in forno e far cuocere per circa 10-15 minuti in modo che i pomodorini si caramellino leggermente e si insaporiscano.
Scaldare in una padellina un cucchiaio di olio e far saltare lo scalogno a fettine sottili.
Appena pronti i pomodorini aggiungere anche lo scalogno alla teglia; stendere l’impasto e ricoprire i pomodorini ancora nella teglia con la sfoglia ottenuta rincalzando leggermente i bordi in modo che vengano tenuti insieme dalla sfoglia.
Cuocere in forno ben caldo a 180°C per circa 20-25 minuti. Far raffreddare e rigirare la tarte. Enjoy!!! :)

N.B. Don’t Stop!!! Se nella credenza non c’è un marsala o altro liquore possiamo sostituirlo con un vino bianco, oppure si prova solo con l’acqua: l’impasto sarà leggermente diverso ma ugualmente buono!!! :)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.