Buddha diceva, e lo ripeté continuamente per quarant’anni, che si diventa qualsiasi cosa si pensa. Il pensiero determina tutto ciò che sei. Se sei finito dipende dal tuo punto di vista: abbandona questa opinione e diventa infinito.
(Osho)
Da una parte del mio essere infinito nasce il desiderio di condividere in questo blog quello che so, che sento e che avvolte creo: con quello che so e ho imparato, con i massaggi quando faccio una sessione, in cucina quando invento, per me stessa quando sono in meditazione.

Quando comincia a provare le tecniche di meditazione non capivo veramente dove mi avrebbero portato: le considera un metodo per “rilassarmi”, per stare meglio…poi piano piano ho capito che non era questo. E piano piano che mi addentravo capivo quale era la differenza tra “una tecnica di meditazione” e “essere in meditazione”. Rimanere seduta ad occhi chiusi, in silenzio, immobile non mi aiutava, e la mia mente continuava ad andare in giro ed essere sovraffollata. Invece quando ballavo, saltavo, correvo, ridevo, nuotavo, mi tuffavo  non c’era nient’altro ed ero felice. Era la mia tecnica per entrare in meditazione! Così avviene per la cucina e il massaggio: mi rende felice
praticarli. Comincio a cucinare e mi lascio guidare dai colori, i profumi, le forme dei cibi e dallo stupore nei loro cambiamenti di forma e sapore quando vengono mescolati insieme.
Per il massaggio è simile: cominciai e mi resi subito conto che era qualcosa che imparavo ma che non finiva mai, e andando avanti l’esperienze diventa sempre più profonda e sottile, e si tratta non più di tecnica ma soprattutto di sentire e di voler prendersi cura.
Dimentica per un momento la felicità, non è possibile conquistarla in modo diretto. Pensa piuttosto a cosa ti piace, a che cosa ti diverte di più quando la fai: falla e lasciati assorbire; allora la felicità sorgerà in te spontaneamente. Se ti  piace nuotare, nuota e gioisci; se ti piace spaccare la legna, spaccala e gioisci. Fà qualsiasi cosa ti piace fare e lasciati assorbire. Mentre sarai assorto in quel fare, improvvisamente sentirai accadere in te quell’atmosfera, la calda e soleggiata atmosfera della felicità. D’un tratto ti sentirai avvolgere dalla felicità. (Osho)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *